Loading...
F.A.Q. Domande frequenti2016-11-27T12:29:40+00:00

Di seguito trovate una serie di domande e risposte, che riguardano l’aspetto tecnico, commerciale e di sicurezza relativo al nostro ambito. Se avete ulteriori dubbi non esistete a contattarci.

Nulla, il distributore automatico non ha alcun costo di installazione per il cliente.
È idea comune che tramite i distributori automatici si possa ottenere solo del buon caffé. Al contrario, le più recenti tecnologie arrivano a fornire portate di piatti caldi e freddi, con microonde integrati in grado di fornire erogazioni ad alta velocità, oltre a svariate bevande da un unico distributore. L’esperienza pluriennale di Sinercoffee copre comunque tutte le più importanti esigenze in termini di prodotto: snack, bibite, bevande calde, caramelle, tramezzini, prodotti freschi.
Assolutamente si. Proprio per andare incontro a tutte le più importanti esigenze del territorio italiano, Sinercoffee è in grado di servire ogni dimensione di azienda, ente o comunità. Non solo le grandi installazioni per grandi ambienti, ma anche sistemi Ocs (Office Coffee Services) per gli ambienti più piccoli della piccola e media impresa.
Certamente, anzi in molti casi è addirittura migliore, perché molti distributori utilizzano prodotti in cialde che mantengono inalterate nel tempo le caratteristiche di fragranza, umidità e asetticità del prodotto.
Si. Sono i prodotti e le loro esigenze di conservazione che determinano il tipo di distributore: Snack e bibite hanno classiche temperature da banco frigo, mentre per i prodotti freschi come yogurt, latticini e tramezzini viene rispettata la catena del freddo, prevista per legge per preservarne la durata e le caratteristiche.
Certamente, prima dell’installazione e sempre per tutta la durata del rapporto che si instaura tra Sinercoffee e i suoi clienti, viene presentata un ampia scelta di prodotti modificabile al mutare delle esigenze.
Il rifornimento dei distributori è programmato in maniera precisa. L’assistenza di Sinercoffee riesce a prevedere con precisione i cicli di esaurimento scorte a seconda della tipologia di cliente, in questo modo sappiamo in anticipo quando il distributore ha bisogno di rifornimento. Le più recenti tecnologie, inoltre, permettono l’impiego di centraline telemetriche per il controllo a distanza della quantità di prodotto a disposizione.
La periodicità dei rifornimenti delle macchine per la distribuzione, contempla anche e soprattutto i controlli sulle scadenze di prodotto. In quest’ottica i prodotti scelti rientrano sempre nella fase iniziale del ciclo di vita previsto, di modo da avere già in fase di rifornimento la massima sicurezza.